top of page
  • brotinisandra

INTERVENTO CHIRURGICO: DALLA FISIOTERAPIA ALLA RIPRESA DELL’ATTIVITA’ FISICA



Uno dei principali obiettivi della chirurgia ortopedica moderna è la ripresa delle attività quotidiane il più velocemente possibile attraverso approcci sempre meno invasivi. In caso di interventi su soggetti giovani o atleti, spesso c’è il desiderio di riprendere al più presto l’attività sportiva, anche a livelli intensi.

“Quanto tempo devo aspettare prima di tornare a praticare attività sportiva?” La risposta è influenzata dal tipo di intervento chirurgico eseguito, dalle caratteristiche fisiche del paziente, nonché dall’attività fisica che si intende svolgere.



1. Intervento di spalla e sport

2. Lo sport dopo la chirurgia di ginocchio

3. Tornare a muoversi dopo la protesi d'anca e di ginocchio



Ad oggi l’iter rieducativo prevede una serie di “step” funzionali: il passaggio da una fase all’altra della riabilitazione è consentita al raggiungimento degli obiettivi precedentemente impostati. In tale ottica la ripresa delle attività sportive è possibile non appena le condizioni cliniche lo consentono.

La riabilitazione dopo un intervento ortopedico deve essere monitorata nel tempo dal chirurgo ortopedico e seguita attraverso le sue varie fasi dal fisioterapista. Le rieducazioni fai da te sono spesso poco efficaci e a volte dannose, ciò non toglie che molti degli esercizi proposti dal fisioterapista possono (anzi devono) essere fatti autonomamente anche a casa. Articolarità e schema motorio corretto saranno i primi obiettivi, per poi passare alla forza, alla coordinazione, alla propriocezione e all’equilibrio. Tutto ciò è fondamentale per riprendere un gesto atletico corretto e funzionale senza rischio di re-infortunio.



1. Intervento di spalla e sport


Come già accennato la ripresa dipende dal distretto interessato e dal tipo di intervento eseguito. In caso di intervento riparativo nell'arto superiore, anche se la lesione è stata riparata, a causa dell'immobilizzazione, dell'intervento stesso e del dolore si instaura una ipotrofia muscolare, quindi debolezza; per questo dopo il recupero del movimento passivo e attivo si inizierà a lavorare su un programma di esercizi di potenziamento muscolare e di stabilizzazione dell'articolazione.

Il potenziamento della spalla viene eseguito utilizzando principalmente gli elastici, che permettono di lavorare senza sovraccarico e rischio di infiammazione o re-infortunio. Spesso si può lavorare sfruttanto il peso corporeo, come ad esempio con piegamenti sulle braccia controllati, inizialmente su un piano rialzato per poi arrivare a svolgerli a terra. Questo è un ottimo esercizio di rinforzo ma anche di stabilizzazione dell'articolazione della spalla, ovviamente svolto con massima attenzione e controllo del movimento.

Sarà infine fondalmentale l'integrazione di esercizi sport-specifici e coordinazione per la ripresa del gesto atletico.




2. Lo sport dopo la chirurgia del ginocchio



L'articolazione del ginocchio è la più complessa ed ampia dello scheletro umano, ciò è caratterizzato dall'apparato legamentoso, che riduce i movimenti alla sola flessione ed estensione, dando la massima stabilità. L'obiettivo post intervento riparativo sarà infatti quello di stabilizzare l'articolazione. A differenza dell'arto superiore, l'arto inferiore necessita di carichi maggiori per ottenere una buona ipertrofia muscolare. Questo “obbliga” a inserire nelle fase finale un lavoro in palestra con pesi abbinato alla fisioterapia che si occuperà invece della parte propriocettiva e della coordinazione.

Negli interventi riparativi del ginocchio, come ad esempio nella ricostruzione del legamento crociato anteriore per riprendere a fare sport è necessario che siano passati almeno 6 mesi dall’intervento di ricostruzione per consentire un’adeguata guarigione e una vascolarizzazione dell’innesto, una mobilità completa sia in flessione che estensione, assenza di versamento e dolore al ginocchio, forza del quadricipite pari ad almeno il 90% dell’arto controlaterale. Come già accennato sarà fondamentale inserire nella riabilitazione una parte sport specifica che ci indicherà la qualità del movimento e il controllo del gesto atletico onde evitare nuovi infortuni








3. Tornare a muoversi dopo la protesi d'anca e di ginocchio

Ritornare a fare sport dopo un intervento di protesi non sempre è semplice e il percorso deve essere seguito e suggerito da un medico che, in base alla situazione del singolo paziente potrà consigliare il percorso migliore

Normalmente si consigliano sport dolci come la camminata, il nuoto, la bicicletta evitando sport di contatto. Fare un’attività sportiva non consona al tipo di situazione in cui ci si trova può portare a diverse problematiche, come: il rischio di una lussazione alla protesi d'anca oppure un deterioramento precoce della protesi a causa dell’aumento dei carichi sull’articolazione.E’ opportuno classificare l’attività sportiva svolta dal paziente in base all’impatto che questa esercita sulle articolazioni. Per attività a basso impatto si intende la cyclette, la camminata, il nuoto, lo sci di fondo, il ballo e l’attività aerobica in acqua. Invece per quel che riguarda l’attività a medio impatto si intende il sollevamento pesi, l’escursionismo, tennis, l’equitazione, lo sci. Infine, per attività ad alto impatto si intende la pallacanestro, il baseball/softball, la pallavolo, il calcio, la pallamano, il tennis in singolo, il karate ed altre arti marziali, la corsa.

Mentre una volta dopo una protesi si tendeva a essere più cauti per il ritorno all’attività sportiva, recenti studi hanno dimostrato come il ritorno allo sport abbia avuto risultati positivi. Si è inoltre registrato un tasso in diminuzione del fallimento della protesi proprio perché, grazie allo sport, la resistenza ossea aumenta. Quello che bisogna sottolineare, però, è che questi dati valgono per lo sport a basso impatto fisico.



Lo sport può aiutare il paziente che ha ricevuto una protesi a recuperare al meglio anche dal punto di vista psicologico, metabolico, cardiovascolare e immunitario.






18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page