• brotinisandra

VIBRA 3.0: Vibrazioni per la riabilitazione neurologica

Da alcuni mesi abbiamo adottato nel nostro studio il sistema Vibra 3.0, con grande soddisfazione anche da parte dei nostri pazienti. Intendiamo quindi adesso spiegare come funziona questa tecnologia e le applicazioni possibili per la riabilitazione.




"Vibra 3.0 è un sistema innovativo certificato medicale CE0476 progettato e realizzato interamente da AD Swiss MediTech SA per il trattamento non invasivo di patologie muscolari e neuromuscolari.


Vibra 3.0 è in grado di produrre vibrazioni dall'elevato valore terapeutico, capace di indurre risposte adattive di tipo metabolico e neuro-fisiologico nella catena neuro-muscolare e nelle struttre mio-osteoarticolari"


Inizia così la presentazione del prodotto nella brochure di Vibra System, ma non si tratta questa di una promozione :-) Vogliamo invece raccontare questi primi mesi di utilizzo e l'esperienza sia dal punto di vista di noi fisioterapisti che di quello dei nostri pazienti.


Si tratta di un sistema innovativo, che consente di applicare vibrazioni a frequenze particolari, stabilite sia per attivare o riattivare il movimento (100hz) che per decontratturare (80 hz). I campi di applicazione sono piuttosto vari, da importanti patologie neurologiche, che impediscono o compromettono il movimento di alcune aree del corpo, ai trattamenti per il recupero post operatorio, dal momento che si può indurre in tempi molto più rapidi dei metodi tradizionali l'aumento locale del tono muscolare; si applica inoltre a trattamenti a sostegno dell'attività sportiva, per contrastare il dolore, a fini estetici e al mantenimento dell'efficienza posturale, del tono muscolare e della coordinazione in età avanzata.


Come funziona Vibra 3.0


Vibra 3.0 è un apparecchio in grado di erogare un'onda quadra di frequenza variabile, con parametri di stimolazione differenti. E' in grado di indurre modificazione a differente contenuto terapeutico.

Attraverso la selezione di alcune frequenze può agire su specifici recettori, posti negli strati superficiali della cute, in quelli più profonde delle giunture nonché sulle fibre neuromuscolari.

Una volta attivati i recettori, lo stimolo viaggia lungo le fibre: in questo, rivelandosi più selettivo della TENS nell'attivazione delle fibre di grosso calibro coinvolte nella modulazione del dolore a livello spinale.

Lo stimolo, una volta raggiunto il midollo spinale induce in funzione dei parametri di stimolazione, differenti risposte spinali.

La capacità di variare con precisione sia la frequenza che l'intensità, consente di andare a intervenire in maniera molto puntuale, a seconda dell'utilizzo necessario.



Vibra System è un importante supporto nei nostri programmi di recupero funzionale!

Ciò che abbiamo sperimentato fin da subito rispetto a metodologie più tradizionali sono:

  • Tempi più brevi

  • Maggiori risultati

  • Minor impegno economico per gli utenti.

RISULTATO: pazienti ancora più soddisfatti di NOI


Il sistema Vibra 3.0 sviluppa la predisposizione all'attività fisica post-terapia grazie alla sensazione di benessere indotta. E' una terapia non dolorosa, in assoluto relax e in totale sicurezza per i pazienti, anche i più fragili.


L'esperienza di Sandra Brotini nei primi mesi di utilizzo


La terapia con il Vibra 3.0 ha grosse opportunità in tutti i campi di applicazione della riabilitazione: ortopedico, post chirurgico, nelle situazioni dolorose, nelle lombalgie, per gli anziani, però la particolarità più importante di questa terapia è per le problematiche neurologiche, sia per il paziente colpito da ictus, per il paziente che ha avuto una paralisi secondaria dovuta a un trauma, o nelle patologie neurologiche congenite, andando quindi a intervenire laddove in riabilitazione non abbiamo molte possibilità di intervenire con le terapie manuali.


Importante è abbinare la terapia sempre a un programma specifico di esercizi, eventualmente anche di terapia manuale che permettono di ottenere ancora più risultati.

Il macchinario è di facile gestione, semplice da utilizzare e da impostare, ma la soddisfazione principale riguarda i nostri pazienti, che si sono dimostrati nella totalità dei casi molto contenti, non ci sono controindicazioni: già dalla prima o seconda seduta il paziente sente il cambiamento, a seconda dello scopo, laddove c'era una patologia dolorosa il paziente ha subito ravvisato un sollievo e un superamento di questo problema, laddove il programma era per il rafforzamento del tono muscolare, in abbinamento con gli esercizi, ha percepito un miglioramento effettivo; sui problemi neurologici molto spesso i risultati arrivano più a medio/lungo termine, ma nei movimenti abbinati al trattamento il paziente sente un beneficio evidente.


E' sempre fondamentale la valutazione del terapista, in modo da scegliere il programma specifico, proprio per la precisione con cui si va a individuare il problema , non esiste un sistema valido per tutti, ma è sempre il fisioterapista che a monte va a impostare la terapia, comporre il piano di esercizi e interventi complementari in base alle esigenze del caso.




19 visualizzazioni0 commenti